Un’esperienza reale sul prestito ipotecario vitalizio: il camper

Marina, single, una 70enne di Torino, acquista un camper per il viaggio dei suoi sogni.

Torino è un’incantevole città e Marina l’ama moltissimo. Ha un bell’appartamento in un condominio signorile in zona Lungo Po Antonelli. Sotto la Mole c’è nata e cresciuta e ha vissuto tutte le metamorfosi della sua città, da quando era una ex capitale dal fascino militaresco, all’esplosione dell’industria con gli sconvolgimenti sociali che ha portato con sé, fino alla Torino delle Olimpiadi che ha profuso nuova linfa e desiderio di vita. Marina non si perde una fiera del libro al Lingotto e la spesa settimanale la fa al mercato di Piazza Borromini. E se si incontra con le amiche è sempre al Baratti e Milano. Ma la cosa che più la lega alla città è il Teatro Regio, il suo teatro nonostante sia anche stata diverse volte alla Scala.

Marina ha vissuto una vita ricca e intensa, ma a 72 anni comincia a fare qualche bilancio: è in forma perfetta grazie alle lunghe camminate sulle rive del Po e alle ore di ginnastica, alle quali si dedica nella palestra vicino a casa; trova ancora molto piacere nella lettura e non disdegna nemmeno di assistere a qualche proiezione cinematografica; benché non abbia una famiglia propria, ha molte amicizie e una volta alla settimana svolge del volontariato. Ma nel cassetto c’è ancora un sogno non realizzato: visitare tutta l’Europa!
Decine sono le agenzie viaggi che organizzano vacanze per questo o quel paese, basta rivolgersi a quella giusta. Ma Marina non è in cerca di una vacanza pre-confezionata, piuttosto desidera un viaggio tutto suo. Non vuole percorrere chilometri senza mai conoscere davvero e nel profondo i luoghi visitati, né tornare senza aver imparato nulla dalle genti e dalle culture incontrate. Vuole vivere appieno il senso del suo viaggio fermandosi ad ascoltare chiunque abbia una storia da raccontarle. Marina vuole inseguire un suo itinerario, fermarsi quando, quanto e dove vuole. Per questo le serve un mezzo che le consenta di avere tutto ciò di cui ha bisogno con sé, e l’acquisto di un camper non è solo l’idea giusta, ma anche il regalo perfetto per i suoi meravigliosi 73 anni.

Capacità di orientamento e doti da guidatrice non le mancano; quello che le serve sono le risorse economiche, perché un camper adatto alle sue esigenze e ben attrezzato ha un costo molto elevato, che Marina non può permettersi.
Non volendosi impegnare con rate mensili, bollettini da pagare e scadenze fisse, deve trovare una concreta soluzione. È sfogliando casualmente un giornale free press in attesa di incontrarsi con le amiche sotto i portici di via Po, vicino alla gelateria Fiorio, che trova una pubblicità interessante, che parla della possibilità, per le persone che hanno compiuto 65 anni, di ottenere un prestito senza dover pagare le rate finché si è in vita, in cambio dell’ipoteca sulla casa di proprietà, come garanzia. Marina non crede ai propri occhi, è proprio quello che cercava: una risorsa finanziaria inattesa e i conti che tornano in modo più che soddisfacente. Chiede consigli alle amiche e ad un nipote che svolge l’attività di mediatore creditizio, ottenendo il placet sia per la sicurezza che per la serietà dell’operazione.

Questo è lo strumento che ha permesso a Marina di realizzare il sogno della sua vita. Si chiama Prestito Vitalizio Ipotecario, e Marina questo nome non lo scorderà più. Nemmeno a Capo Nord, dove si trova adesso. Naturalmente con il suo camper.

 

© Riproduzione riservata

 

Forse non tutti sanno che...
Forse non tutti
sanno che...
L'esperto risponde
L'esperto
risponde