I quattro passi della pianificazione al decumulo

Ecco le regole per pianificare il proprio patrimonio.

Nel corso della propria vita, ogni lavoratore incorre in tre fasi inerenti alla propria situazione economica.

La prima fase corrisponde all’accumulo di risorse, durante la quale, il lavoratore contribuisce alla propria pensione accumulando, in maniera sempre più crescente, le proprie ricchezze.
La seconda fase si verifica generalmente al passaggio al regime pensionistico durante il quale i rendimenti superano di gran lunga le spese. Questa fase può essere definita come massimo aumento della ricchezza. In ultimo vi è la fase di decumulo delle proprie risorse economiche, tale per cui gli utili superano le spese e la ricchezza accumulata negli anni diminuisce sempre di più. Quest’ultima fase rappresenta quella che più ci interessa, poiché è quella che in pochi considerano nell’ottica della pianificazione finanziaria.

Il decumulo finanziario può essere a sua volta suddiviso in 4 passaggi, al fine di pianificare le proprie risorse in base alle proprie necessità.

Innanzitutto è di fondamentale importanza porsi la seguente domanda per analizzare le proprie esigenze al fine di impostare la pianificazione finanziaria: “mi bastano i soldi per tutta la vita?”. Questa domanda racchiude in sé molti aspetti riguardanti temi molto attuali al giorno d’oggi: alla luce di una ormai elevata aspettativa di vita, bisogna tenere in considerazione, oltre alle spese mediche di ordinaria amministrazione, alle spese di straordinaria amministrazione senza, però, gravare sui propri figli. Questi ultimi, infatti, in tempi di crisi necessitano sempre più di un aiuto economico da parte dei propri genitori.

Il secondo step riguarda un’analisi più approfondita dei costi inerenti alle proprie spese di routine, personali o famigliari ed infine un’analisi dei propri ricavi. Questi possono essere ottenuti dal proprio patrimonio immobiliare, oppure da propri redditi come, ad esempio, la pensione.

Il risultato di questa analisi rappresenta il terzo step, che può riassumersi nella risposta alla prima domanda: “i soldi bastano?”.

Una volta comprese le reali esigenze finanziarie bisogna valutare le alternative e decidere le azioni da applicare.

In questa fase sicuramente si rivela molto utile affidarsi al consulto di esperti per capire come agire sia in caso la risposta alla domanda sia affermativa, negativa oppure nel mezzo.

Questo è uno degli argomenti dei seminari di educazione finanziaria di 6PuntoZero Srl, startup innovativa che offre servizi a 360 gradi per over 55. I corsi, completamente gratuiti, hanno lo scopo di formare i senior agli strumenti utili per pianificare il proprio patrimonio e renderli consapevoli della propria situazione economica.

© Riproduzione riservata

Forse non tutti sanno che...
Forse non tutti
sanno che...
L'esperto risponde
L'esperto
risponde